La gioia di condividere cultura

La gioia di condividere cultura

Una splendida e suggestiva sala da tè nel cuore di Milano, cari amici attorno a un tavolo, poesia, lettura, ma soprattutto l’orgoglio e il piacere di essere lì. Questa è “La gioia di condividere cultura”!

E così si riscoprono i sapori di un tempo, quando i salotti letterari milanesi erano tra i più frequentati e ambiti, quando le parole poesia, prosa e letteratura erano ancora sinonimi di arte e non di esoterismo.

Credo che il più grande merito del Caminetto Poetico sia stato, ed è, quello di superare lo scetticismo che spesso arte e cultura incontrano nel proporsi alle persone e quello di non fermarsi di fronte a quel “intelletualismo per pochi” che nel tentativo di mantenere il monopolio del pensiero, si è di fatto isolato dal resto del mondo, dalla realtà quotidiana e dalla cosiddetta “gente comune” la maggior parte della quale invece, al contrario di ciò che si può pensare, sa sintonizzarsi con facilità ed entusiasmo su queste estetiche lunghezze d’onda.

Sì! Ritorniamo dunque a “La gioia del condividere cultura”, sosteniamo queste iniziative ed esortiamo alla partecipazione. Facciamolo per noi stessi, per respirare almeno ogni tanto una sana e piacevole “boccata d’arte”; per i nostri ragazzi, ai quali potrebbe far bene abbandonare per qualche ora joystick, videogames e social per imparare a dedicarsi alla lettura o magari alla scrittura; facciamolo per l’Uomo che in questa era più che mai, ha bisogno di ritrovare l’estetica ormai perduta di cui si circondava e con la quale conviveva, in un tempo ormai lontano e dimenticato.

Il ricreare quelle atmosfere e quel livello di cultura spetta soltanto a noi. Diamoci da fare dunque, ognuno nel proprio ambito e con le proprie risorse; il Caminetto Poetico degli “Amici di Ron” lo sta facendo e per il riscontro che sta ottenendo, direi che è sulla buona strada per riuscire nell’impresa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *